Focus Saldo e Stralcio – Testimonianza Serena Gennari

Focus Saldo e Stralcio – Testimonianza Serena Gennari

In questo nuovo articolo vi illustrerò com’è andata l’operazione di via Noto, visto che ancora non vi ho raccontato nello specifico che cosa è successo e come l’abbiamo acquisita.
Ne approfitto per parlarvi di uno dei pilastri della mia società: Serena Gennari.
Devo ammettere che è stato merito suo se siamo riusciti nell’intento.

Inizialmente avevo contattato gli esecutati (i vecchi proprietari dell’immobile); poco dopo, stavo già rischiando di far cadere l’operazione, perché avevo perso la comunicazione con loro e quindi stavo cominciando a pensare che l’operazione stesse per concludersi lì.
Serena, invece, è riuscita a riprendere i contatti, creando anche un certo feeling con i proprietari.
Quest’ultimo elemento ci ha permesso di riprendere in mano la situazione e affrontarla al meglio possibile.
Ci sono state varie telefonate ed incontri di persona, prima di riuscire ad ottenere un esito positivo; questo per farvi capire che non possiamo pensare di risolvere tutto velocemente ma bisogna instaurare un certo tipo di rapporto, basato principalmente sulla fiducia.
Una volta creata la base, possiamo procedere a dare la spiegazione dell’operazione in questione, chiarirgli bene a che cosa andranno incontro.
Risulta difficile perché gli esecutati, dato il disagio dovuto alla situazione, vivono una condizione psicologica pesante per la quale è necessario installare una certa sensibilità e avere un certo tatto nell’approcciarsi.
Cominciando a fare una media, su dieci esecutati, probabilmente solo uno va a buon fine.
Ci sono altri motivi per cui accade ciò: quando indaghi, nonostante la fiducia creata, ti rendi conto che non sempre si possono effettivamente chiudere in maniera extragiudiziale.
Come potrete sicuramente notare, tutto ciò significa sudore e fatica.
Quando ti presenti alla porta degli esecutati, solitamente cominciano a susseguirsi una serie di problematiche, per esempio non trovarli a casa o non volerti rispondere e se rispondono ci troveremo di fronte a persone nervose o abbattute, come dicevamo prima.
Siccome credo che potrà esservi utile, ho chiesto a Serena che consigli possiamo dare a voi che volete iniziare o avete iniziato da poco a occuparvi di queste cose.
Mi ha risposto che bisogna prima di tutto saper attirare la loro attenzione dimostrandogli fin da subito empatia e comprensione, sapergli dare ascolto e non fare troppe domande all’inizio, in modo anche da riuscire a far rilasciar loro le tensioni.
In questo modo risultiamo delle persone vere e credibili; dopo di ciò, possiamo dire di aver fatto già fatto metà del lavoro.
Riassumendo il tutto, il primo impatto è davvero molto importante; solo dopo possiamo procedere a concretizzare la cosa.
Non deve risultare un lavoro di convincimento e insistenza ma deve servire a farli sentire più tranquilli, metterli a loro agio tanto quanto è in nostro potere, in modo tale da poterli far ragionare nella maniera più lucida possibile.

In definitiva, la mia collaboratrice vuole farvi capire che l’attività non va assolutamente improvvisata ma abbiamo il dovere di indagare e informarci, studiare anche i vari beni, gli immobili e solo in seguito decidere sul da farsi.
Siamo arrivati alla fine dell’articolo, che spero vi possa essere stato veramente utile, cosicché potrete trovare anche voi il giusto tatto e la giusta delicatezza per entrare in connessione con gli esecutati, esattamente come ha fatto Serena.

Vuoi Maggiori Informazioni? Contattaci Qui! ↓↓↓


 

We respect your email privacy

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Accetta la Privacy Policy e la Cookie Policy.